Ventotto milioni di euro di fatturato, +21% rispetto al 2010. Il regalo di Natale di Christie’s è la leadership in Italia

Leader in Italia, con un fatturato di 28 milioni di euro per le aste milanesi. Questo il risultato del 2011 di Christie’s, che mette in carniere un aumento del giro d’affari del 21% in un anno.
Le aste del 23-24 novembre di Arte Moderna e Contemporanea hanno visto la partecipazione di numerosi compratori stranieri, registrando un +13% rispetto all’anno precedente. Il comparto del Gioiello ha realizzato +11% rispetto alla vendita corrispondente del novembre 2010. Il top lot dell’asta, acquistato per oltre 970mila euro da un mercante straniero, è stato una collana di perle naturali divenuta il gioiello più costoso mai venduto all’asta in Italia.
Le aste del 29 e del 30 novembre dedicate alle Monete & Medaglie hanno raggiunto risultati eccezionali, con percentuali del 99,2% del valore complessivo e del 96,5% dei lotti. I dealer e i collezionisti d’arte moderna ed antica hanno prediletto le opere migliori degli artisti più riconosciuti, mentre numerosi appassionati provenienti da tutto il mondo si sono contesi gioielli e antiche monete.
Dando uno sguardo all’intera compagnia, è ormai passato un anno da quando Christie’s ha rimpiazzato il direttore esecutivo Ed Dolman (diventato presidente della Qatar Museums Authority) con Steven Murphy, a settembre 2010. Artemis, la compagnia francese appartenente a Pinault, gli ha affidato il compito di espandere Christie’s adattando la compagnia alla situazione attuale, ovvero dare una scossa per stare al passo con il cambiamento. Inoltre, vista l’esponenziale crescita delle vendite private, Murphy intende raddoppiarle.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s